Site Overlay

Il Centro di Spiritualità

Tabernacolo Chiesa della trasfigurazione

Annesso al Monastero è aperto un Centro di Spiritualità, dove chi lo desidera può venire a vivere qualche giorno o anche solo qualche ora di  preghiera, di silenzio e di riflessione, condividendo con la comunità monastica alcune celebrazioni liturgiche, in rito e canto ambrosiano, nella chiesa della Trasfigurazione (fine sec. XV). In questo modo noi monache di clausura intendiamo vivere, riattualizzandolo alla luce delle esigenze della Chiesa e del mondo di oggi, quello  spirito di accoglienza che già muoveva le beate Caterina e Giuliana, prime Romite, nell’assistenza e nella carità verso i pellegrini. Ai fratelli offriamo la possibilità di un incontro  con  Dio  nella   meditazione  della  sua Parola, nella   preghiera, nella partecipazione al mistero di Cristo celebrato nella liturgia, alla scuola della spiritualità forte e sobria di sant’Ambrogio e delle beate Caterina e Giuliana, che al centro della loro esperienza hanno messo il Signore Gesù.

I nostri ospiti saranno aiutati dalla discreta presenza della nostra comunità e dal clima di essenzialità e di silenzio che troveranno nella casa.

L’edificio comprende la chiesa, camere singole o doppie, dotate di servizi, una biblioteca, una sala conferenze,spazi per riunioni, il refettorio, alcuni cortiletti a terrazza, spazi esterni anche coperti.

Possono essere ospitati singoli o gruppi.
Ciascuno organizzerà autonomamente il proprio programma di permanenza, tenendo conto che la partecipazione alla liturgia monastica prevede la seguente scansione nell’arco della giornata:
h. 7.30: Lodi – Santa Messa – Ora Terza (tutti i giorni, tranne il Lunedì)
h. 12.00: Ora Media
h. 18.00: Vespri (al Venerdì h. 19)

La presenza ed il servizio di qualche monaca potrà aiutare la lectio personale e la partecipazione alla liturgia.
Una piccola biblioteca offre la possibilità di consultare libri e opuscoli ove trovare suggerimenti per la meditazione e spunti su temi liturgici, biblici, teologici, storici, ecclesiali, spirituali.

Non è fissata alcuna retta; in spirito di condivisione fraterna chiediamo tuttavia che ciascuno lasci un’offerta secondo le proprie possibilità, per permetterci di continuare questo servizio.

Scroll Up